Ready, Set, Bitcoin – Segnando la nascita della Cryptocurrency più popolare del mondo

Il compleanno di Bitcoin: Cosa stiamo festeggiando veramente?

Tutti noi festeggiamo i momenti storici di Bitcoin, e un compleanno è sempre un buon momento per raccontare tutto dall’inizio. Ma quand’è il compleanno di Bitcoin, in realtà? Quando è iniziato Bitcoin?

Quando è stato creato Bitcoin?

Quando si segnano pietre miliari significative nella storia delle origini del Bitcoin, non c’è solo una, ma due date importanti. Il primo di questi anniversari cade il 31 ottobre, che segna la pubblicazione del libro bianco Bitcoin che ha dato inizio a tutto, descrivendo la visione rivoluzionaria di Satoshi Nakamoto di un sistema di cassa digitale decentralizzato. Questa data può essere vista come la concezione del Bitcoin.

In realtà, però, è il 3 gennaio che commemora la „nascita“ della prima moneta criptata al mondo – la data in cui il Bitcoin è nato ufficialmente in senso pratico ed è stato estratto per la prima volta.

In onore del compleanno del Bitcoin, diamo un’occhiata più da vicino a questi e ad altri momenti influenti della storia del Bitcoin.

Una breve storia di Bitcoin

Il 31 ottobre 2008, Satoshi Nakamoto ha pubblicato l’ormai famigerato whitepaper Bitcoin, intitolato Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System. Il documento delineava l’uso di una rete peer-to-peer (una blockchain), per creare una valuta digitale (cripto-valuta) che funzionasse indipendentemente da terze parti come banche o governi. Il whitepaper Satoshi è arrivato sulla scia della grande crisi finanziaria del 2008 che ha scosso i mercati e le economie di tutto il mondo.

Il 3 gennaio 2009, la catena di blocchi Bitcoin è diventata una realtà, quando Satoshi Nakamoto ha estratto il blocco della genesi del Bitcoin (noto come Blocco 0), che ha avuto una ricompensa di 50 BTC. SourceForge ha ospitato il primo client open-source Bitcoin, rilasciato il 9 gennaio 2009, e tre giorni dopo è avvenuta la prima transazione Bitcoin al mondo, con Hal Finney, uno dei primi sostenitori di Bitcoin, che ha ricevuto 10 BTC da Satoshi Nakamoto.

Alla fine del 2012, è stato riportato da BitPay che più di mille commercianti avevano iniziato ad accettare Bitcoin come servizio di elaborazione dei pagamenti, tra cui spiccava WordPress. Nell’ottobre 2013, il primo bancomat Bitcoin al mondo è stato lanciato in Canada. Nel giugno 2014, il tasso di hashish di Bitcoin ha superato per la prima volta le 100.000 tera hashish al secondo, e nel dicembre dello stesso anno, Microsoft ha iniziato ad accettare Bitcoin per gli acquisti di software per Xbox e Windows. All’inizio del 2015, il numero di commercianti che accettano Bitcoin ha superato le 100.000 unità.

Bitcoin allora e adesso

Fino ad oggi, il 2017 è stato considerato l’anno cruciale per la Bitcoin. Il primo e più importante crittoasset al mondo ha continuato a guadagnare legittimità tra i legislatori, le istituzioni finanziarie e le società di vendita al dettaglio, legittimando ulteriormente il criptoasset nel mainstream. Bitcoin ha subito una dura forzatura il 1° agosto, dividendosi in Bitcoin (BTC) e Bitcoin Cash (BCH). All’apice della sua storica corsa dei tori, quell’anno, il prezzo del Bitcoin ha raggiunto il massimo storico di oltre 20.000 dollari.

Il 2018 è stato un anno difficile per il Bitcoin e le crittocorse in generale, e il mercato è presto precipitato dai grandi massimi del dicembre 2017. I legislatori hanno iniziato a introdurre norme più severe, in alcuni casi addirittura vietando efficacemente il trading di Bitcoin, che ha messo un serio freno all’euforia degli investitori. Mentre il 2019 è stato un anno migliore, con il prezzo del Bitcoin che è salito nel complesso, il mercato cripto era ancora afflitto dalla volatilità e, quindi, dall’incertezza su ciò che il futuro del Bitcoin avrebbe tenuto.

Comments are disabled